• Italiano

Ciclabile della Golena del Po

Il Parco Sovracomunale della Golena del Po rappresenta certamente uno dei percorsi più significativi per conoscere ed apprezzare l?ambiente fluviale padano ed i suoi caratteri principali. Articolato lungo 60 km tra Cremona e Casalmaggiore, con la coda aggiuntiva di 7 km in aperta golena casalasca, il tracciato si dipana infatti in larghissima parte lungo argini comprensoriali, strade alzaie e vicinali. Ben dieci sono i territori comunali attraversati: Cremona, Gerre de? Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d?Olmi, San Daniele Po, Motta Baluffi, Torricella del Pizzo, Gussola, Martignana Po e Casalmaggiore, solcando la pianura cremonese sud-orientale fino ai confini con le province di Mantova e Parma. Tutto parla del fiume in questi paesi e nelle loro campagne: la toponomastica di cascine e strade, le rogge, le santelle e gli oratori, le baracche dei pescatori e le barche di legno, la flora e la fauna. Non di rado si possono incontrare zone umide, paleoalvei, paludi, stagni e bodri, alcuni dei quali vincolati dalla legge regionale 86/83 come monumenti o riserve naturali. La pista offre anche numerosi spunti di interesse sotto il profilo storico-architettonico, nonché occasioni di piacevole ristoro enogastronomico. L?itinerario, a tratti dedicato e a tratti ad uso promiscuo con veicoli a motore e mezzi agricoli, si sviluppa su strade asfaltate o sterrate a basso traffico utilizzando prevalentemente il sistema arginale.

Da Cremona a Stagno Lombardo (km 13,60 asfalto e sterrato)

Il percorso inizia presso la ?pista ciclabile? di Cremona dove l?Argine Maestro incrocia Via del Sale, asfaltato fino all?idrovora, punto in cui la Roggia Morbasco sfocia nel Po in Comune di Gerre de?Caprioli. Si prosegue poi lungo l?alzaia sterrata che porta in località Isola Bandera presso il ristorante Lido Ariston Sales. Imboccata la Via Comunale Argine Provaglio, asfaltata, si raggiunge l?Argine Maestro dove si svolta a destra prima del Colo Morta (paleoalveo del Po). Questo argine golenale prosegue asfaltato per circa un km e 200 metri prima di ricongiungersi all?Argine Maestro, che si lascia nuovamente sulla nostra sinistra ,dopo avere superato la chiavica del Colo Fossadone per immettersi sull?argine consortile Montone Penzoli. Seguendo la sommità arginale si raggiunge il Bodrio delle Gerre, vincolato dalla legge come monumento naturale.

Da Stagno Lombardo a Isola Pescaroli (km 14,30 asfalto e sterrato)

Si prosegue il tragitto fino a raggiungere la Cascina dei Frati e le Caselle: la strada torna ad essere asfaltata fino alla cascina La Zoppa. Superata la cascina si svolta a sinistra e per una bella strada alberata (Via Gerra Vecchia), per circa due km, si raggiunge nuovamente l?Argine Maestro in comune di Stagno Lombardo.

Si percorre la sommità arginale asfaltata e poco trafficata fino al Bodrio di Cà de Gatti in comune di Pieve d?Olmi, si lascia la Via Po sulla destra per raggiungere l?argine Sommo - Santa Margherita presso l?omonimo Bodrio e quindi al comune di S. Daniele Po.

L?itinerario prosegue fino al nucleo di Isola Pescaroli dove esiste un?area di sosta ombreggiata in affaccio sul fiume denominata Piarda.

Da Isola Pescaroli a Torricella del Pizzo (km 13,50 asfalto e sterrato)

Si continua sull?argine maestro, lasciando sul lato sinistro la frazione di Solarolo Paganino, per raggiungere la frazione di Solarolo Monasterolo (da notare un bel portale seicentesco e tenere presente la trattoria La Regina del Bosco), l?abitato di Motta Baluffi e più avanti quello di Torricella del Pizzo fino al bivio che porta alla cascina Gerre Nuove. Dopo circa 400 metri si imbocca sulla sinistra la via asfaltata che porta alle cascine di Bosco Mina e Bosco Piazza. Da questo punto si svolta a sinistra per percorrere un tratto asfaltato d circa 1 km che si innesta sull?Argine Maestro in prossimità del colo denominato ?il Riolo? che fa da confine tra i territori del comune di Torricella del Pizzo e Gussola.

Da Torricella del Pizzo a Casalmaggiore (km 7,40 asfalto e sterrato)

Sull?Argine Maestro, proseguendo verso est si raggiunge l?abitato di Gussola che fronteggia l?Oasi di protezione della fauna ?Lancone di Gussola? e, dopo circa 9 km, si raggiunge il Santuario di Santa Maria dell?Argine, appena prima di entrare nella città di Casalmaggiore. A questo punto, l?argine diventa pedonale-ciclabile fino alla ?Società Canottieri Eridanea? superata la quale ci si trova all?interno del Parco Locale di Interesse Sovracomunale della Golena del Po. Il cosiddetto ?tunnel degli olmi?, lungo più di 2 km , alzaia del fiume, lascia intravedere suggestivi scorci del fiume e dell?isola S. Maria fino all?imbocco della lanca che separa campi coltivati e pioppeti dall?Isola Maria Luigia. Da questo punto sull?argine maestro si hanno due possibilità: o continuare diritto fino all?abitato di Casalmaggiore o percorrere la strada a destra asfaltata che, superato l?argine di frontiera, porta alla Cascina Bozzetti. Superata questa cascina si prosegue diritto sulla strada sterrata (privata) che, dopo aver attraversato tutta la golena, passando per il suggestivo Tunnel degli Olmi porta nuovamente sull?argine maestro, al bivio per l?abitato di Martignana Po creando, di fatto, un percorso ad anello lungo circa 12 km. Si conclude così il percorso cicloturistico provinciale della Golena del Fiume Po che, costeggiando il fiume, unisce la città di Cremona a Casalmaggiore con una ciclovia lunga complessivamente 61 km e 400 mt.
(Fonte: Provincia di Cremona)

Indirizzo: 
Via Lungo Po Europa 45, Cremona