• Italiano
  • English
  • Français
  • Español
  • Deutsch

Itinerario Museale

Itinerario Museale

Il ruolo del museo nella società contemporanea è diventato ormai argomento di interesse generale ed è uno dei motivi costanti di ogni riflessione critica che intenda considerare l'azione della cultura funzionale al rinnovamento dei sistemi sociali. Il Museo inteso solitamente come deposito di memoria collettiva o come luogo di conoscenza dell'evoluzione della natura e dell'uomo, è senza dubbio uno strumento di comunicazione e di presa di coscienza, tuttora insufficientemente esplorato. Restano per molti versi ancora oggi sconosciute le sue grandi potenzialità e il valore di alcune opere e oggetti conservati nei nostri musei. Questo itinerario vuole offrire al turista un'occasione per approfondire o scoprire alcune tematiche e alcune ricchezze del nostro territorio.

Museo della Civiltà Contadina

La collocazione del Museo della Civiltà Contadina di Cremona -inaugurato nel 1978- nella cascina il "Cambonino Vecchio", da sempre costituisce un elemento fondamentale nella scelta della tipologia delle collezioni esposte e dell'ordinamento seguito nel loro allestimento.
La stalla antica: è la testimonianza più remota della cascina. E' costituita da sei campate sostenute da archi a tutto sesto e da cinque colonnine centrali, il pavimento è in mattoni di cotto e sulle lettiere originali sono state ricostruite le mangiatoie. Annesse vi sono le porcilaie di allevamento, e tre porcili da ingrasso, con sovrapposti tre pollai.

Indirizzo: 
Via Castelleone 51, Cremona

Museo civico di Storia Naturale

Il nucleo originario della sezione scientifica, come per altre sezioni del Sistema Museale della Città di Cremona, è costituito dal lascito Ala Ponzone, particolarmente interessante e di grande pregio in quanto Giuseppe Sigismondo (1761-1842), ancor prima che collezionista, fu naturalista e preparatore. A questo primo nucleo si sono aggiunte, in tempi successivi, altre raccolte donate prevalentemente da naturalisti locali. Le collezioni scientifiche hanno seguito le vicissitudini del Museo Civico "Ala Ponzone" in Palazzo Affaitati-Ugolani Dati fino agli anni '50, momento in cui si decise il loro spostamento presso Palazzo dell'Arte. Qui venne inaugurato, in concomitanza con la settimana dei Musei il 30 ottobre 1958, il "nuovo" Museo Civico di Storia Naturale di Cremona.

Indirizzo: 
Via Ugolani Dati 4, Cremona

Le stanze per la musica

La collezione Carlo Alberto Carutti rappresenta oggi uno dei più importanti nuclei internazionali di strumenti musicali a corda, che si distinguono per rarità, qualità, stato di conservazione, fruibilità e talvolta per l'appartenenza a celebri personaggi del mondo della musica, dell'aristocrazia e della nobiltà dell'epoca. L'insieme, che ripercorre quattro secoli di storia della grande liuteria a corda europea, è composto da oltre sessanta strumenti a corde pizzicate e sfregate.

Indirizzo: 
Via Ugolani Dati 4, Cremona

Museo Civico "Ala Ponzone"

Nel cinquecentesco palazzo Affaitati ha sede la Pinacoteca del Museo Civico "Ala Ponzone".
Costituitasi nel corso dei secoli a partire dal Cinquecento, principalmente con le raccolte della famiglia Ponzone, legata ad uso pubblico col testamento del marchese Giuseppe Sigismondo Ala Ponzone nel 1842, ed ampliata con le opere provenienti da alcune soppresse chiese cremonesi, la raccolta di dipinti e sculture assomma oggi a più di duemila pezzi, solo in parte esposti nelle sale del Museo.

La sezione dedicata al Medio Evo e al Quattrocento, con sculture, affreschi strappati, tavolette da soffitto e una ampia selezione della produzione legata alle opere dei Bembo, è allestita nella prima sala.

La Galleria della pittura cremonese del Cinquecento offre una completa antologia dei pittori che

Indirizzo: 
Via Ugolani Dati 4, Cremona
Condividi contenuti